Il nuovo procuratore Carlo Lasperanza

Carlo Lasperanza è il nuovo procuratore aggiunto di Latina. Ha battuto i sostituti Miliano e Capasso ed altri concorrenti.Lasperanza ha una lunga carriera giudiziaria. E’ stato PM alla direzione distrettuale antimafia di Roma e la sua notorietà si è avuta durante il processo per la morte all’università La Sapienza di Marta Russo, la giovane studentessa colpita da un colpo d’arma da fuoco alla nuca. Un processo lungo e difficile, terminato con la condanna dei due imputati, Giovanni Scattone e Salvatore Ferraro.

Il sostituto procuratore Carlo Lasperanza e il procuratore aggiunto Italo Ormanni erano stati prosciolti dal gup di Perugia dall’accusa di avere compiuto irregolarità nell’interrogatorio di Gabriella Alletto, testimone chiave dell’inchiesta sull’omicidio di Marta Russo. 

Per loro la procura perugina aveva chiesto il rinvio a giudizio per abuso di ufficio e violenza privata. Secondo l’accusa i due magistrati romani avevano sottoposto la testimone ad una “pressione psicologica” che esulava “da un legittimo contesto investigativo”. Tesi smentita dal gup Giancarlo Massei, dopo una lunga udienza con la formula “il fatto non sussiste”, il GUP prosciolse i due magistrati. Al momento della lettura del dispositivo in aula c’era solo il procuratore aggiunto Ormanni che, uscendo dall’aula, pronunciò una sola frase: “esistono ancora dei giudici a Berlino”. 

Lasperanza prenderà il posto negli uffici della procura di Latina, che è stato per 7 anni di Nunzia D’elia, entro giugno.

Condividi articolo