Aprilia – Evasione fiscale, sequestri per un milione di euro e 5 denunce

Sequestrato dalla Guardia di Finanza un fabbricato commerciale del valore di un milione di euro di proprietà di un’azienda di Aprilia operante nel settore della movimentazione merci. Il provvedimento arriva a conclusione di una complessa attività di verifica, scaturita dal riscontro di un esiguo reddito dichiarato dalla società a fronte di un ingente volume d’affari.

Secondo le Fiamme Gialle, per “gonfiare” le passività, la ditta non solo ha contabilizzato costi indeducibili per oltre 3 milioni di euro, ma ha anche annotato in contabilità – ed esposto nelle relative dichiarazioni fiscali – numerose fatture per operazioni inesistenti, per un ammontare di oltre 5 milioni di euro, emesse da una società cartiera apparentemente operante nel settore delle costruzioni edilizie, ma di fatto inattiva. Riscontrati anche altri meccanismi di evasione: l’emissione di false note di credito che hanno permesso di abbattere i ricavi o addirittura l’annotazione di false note di credito a storno di altrettante false fatture attive (mai inviate ai clienti) con la conseguente creazione di un’iva a credito, ed ancora l’ammortamento di immobilizzazioni immateriali, di fatto inesistenti, in quanto il relativo acquisto era stato documentato da false fatture. Le imposte evase ammonterebbero a 2,5 milioni di euro in materia di Ires, 1,5 milioni di Iva e quasi 3 milioni di Irap.

Denunciati i tre amministratori, succedutisi nel tempo e i due legali rappresentanti della società edile che fungeva a cartiera. Contestata a quest’ultima società, riconducibile allo stesso gruppo familiare, l’emissione di false fatture e la simulazione di reato per aver dichiarato falsamente il furto della documentazione contabile.

Condividi articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

816.202 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress