ASPETTANDO IL NATALE, ISTANZE DI AUTOTUTELA E RIDUZIONE TOSAP, DOPO MESI DI SILENZIO FIVA CONFCOMMERCIO LAZIO SUD CHIEDE RISPOSTE TEMPESTIVE AI COMUNI DI SORA E PONTECORVO

Dopo ben 3 mesi dalla prima richiesta di delucidazioni al Comune di Sora riguardo delle istanze di autotutela presentate da alcuni Associati e all’ulteriore richiesta di delucidazioni in merito all’iniziativa  “Aspettando il Natale”, fiera/mercato di nuova istituzione per la quale non risulta essere stato avviato nessun bando pubblico e per la quale l’Ente comunale non ha gestito i posteggi così come previsto dalla normativa vigente, la Fiva Confcommercio Lazio Sud rompe il silenzio “assordante” e chiede all’Amministrazione comunale risposte chiare e tempestive.

“Questi pseudo-mercati di Natale -dichiara il Vice Presidente Fiva Silvio Risi- dequalificano tutto il settore del commercio ambulante e anche degli artigiani, offrendo una bassa qualità della merce in vendita, assenza di regolamentazione e mancata attuazione delle norme previste per la messa in sicurezza delle aree oggetto delle manifestazioni”.

Non solo. Il Presidente Risi chiede anche riposte alle istanze di autotutela inviate dal Presidente dell’Ascom Territoriale di Cassino Bruno Vacca per le quali il primo cittadino si era impegnato a dare risposta.

“Le istanze di Autotutela presentate agli inizi del mese di ottobre dai Nostri Associati fanno riferimento a quanto accaduto nel 2011 –spiega Risi- quando, in occasione di uno spostamento del mercato settimanale dal giovedì alla domenica, gli stessi furono costretti ad occupare aree diverse da quelle a loro concesse perché prive di misure atte a garantire la sicurezza e mi riferisco al transito delle vetture. Per essere più recisi tutti sappiamo che il giovedì il transito delle automobili viene limitato, quella domenica invece gli operatori non potendo allestire i propri banchi a causa della mancata chiusura della strada e vista anche l’assenza dei vigili urbani, hanno optato per una diversa postazione in un luogo dove vi erano altri banchi e non transitavano le auto. Ancora oggi –conclude Risi- l’assenza della segnaletica per l’occupazione dei posteggi genera diversi disagi, così come la forte presenza di abusivi, anche sistematici.”

Le istanze presentate il 4 ottobre sono rimaste lettera morata così come i vari solleciti.

Il silenzio assordante piombato sulla vicenda spinge il Vice Presidente Fiva Confcommercio Lazio Sud Silvio Risi ad inviare, tramite posta ordinaria e PEC una ulteriore lettera in data 11 gennaio 2018.

In questo stesso giorno Risi scrive anche al comune di Pontecorvo  dal quale da oltre 7 mesi attende una qualche risposta in merito ad un protocollo di intesa tra Amministrazione e Ascom Territoriale Confcommercio Lazio Sud di Cassino e nel quale era previsto anche un accordo tra Confcommercio e Amministrazione per una riduzione sostanziale delle tariffe TOSAP per l’occupazione suolo pubblico per il mercato settimanale del lunedì e per il quale gli operatori ancora attendono una risposta.

Condividi articolo