CasaPound attacca l’amministrazione comunale e il progetto Umuganda

Latina, 27 Settembre – È di questi giorni l’ennesima pubblicizzazione di “Umuganda”, l’iniziativa che vede i richiedenti asilo presenti sul territorio dedicarsi alla manutenzione di parchi della città. È sicuramente lo spot di punta della compagine colettiana e di Karibu, uniti in un sodalizio di fratellanza universale, per presentare l’immigrazione incontrollata come panacea per tutti i mali, compresa l’incuria del verde pubblico. “Abbiamo deciso di approfondire la questione – spiegano da V.le XVIII Dicembre – perché ci sembra paradossale che non esista già qualcuno deputato alla cura di queste aree. Consultando i bandi per l’assegnazione della cura del verde è saltato fuori che l’aggiudicatario del bando è l’impresa “Agriverde”, con un ribasso superiore al 60%. Questa azienda è inoltre incaricata anche di riparare le opere ludiche (art. 5/4 del capitolato), tra cui proprio quelle aggiustate durante l’ultimo Umuganda: il Parco Faustinella è infatti parte del Lotto B, come emerge dai documenti.”

“Quello che ci insospettisce – aggiunge il responsabile Marco Savastano – è che il Comune continui a chiamare Karibu per svolgere queste opere per cui già paghiamo un’azienda vincitrice di appalto. Azienda cui sarebbero anche da imputare penali in caso di ritardi o inadempienza, sempre come specificato sui documenti che alleghiamo al comunicato e consultabili da tutti. Sembra una comoda dimenticanza, questa del Comune, che invece di rifarsi su un’impresa che non ottempera ai propri doveri, approfitta della situazione per fare pubblicità gratis a Karibu. Avete capito bene: con le nostre tasse è come se pagassimo direttamente gli spot pubblicitari pro-immigrazione di questa cooperativa, visto che svolge un lavoro per cui già altri sono deputati ma a cui non ottemperano.”

Condividi articolo