CasaPound Latina riqualifica l’area antistante il monumento ai Martiri delle Foibe

Nel pomeriggio di ieri abbiamo ripulito l’area antistante il monumento ai Martiri delle Foibe, nel Villaggio Trieste.

Anche in questa zona la vegetazione aveva preso il sopravvento, compromettendo la fruizione dell’area e danneggiando l’immagine del monumento stesso.

È offensivo che, ancora una volta, gli amministratori chiudano entrambi gli occhi sull’incuria che sta dilagando in tutte le zone della città in forme sempre diverse: dalle aree di spaccio del Nicolosi, ai portoni dimenticati del mercato coperto, fino alle savane di Q4, Q5 e zona mare.

Non sappiamo quali siano i gusti degli amministratori in fatto di ecosistemi, ma non riteniamo comunque che si possa accettare la trasformazione di Latina in una giungla tropicale. Sensazione che diventa di giorno in giorno più forte visto il mancato intervento di sfalcio dell’erba, lo stato imbarazzante delle strade, le perennemente rinviate disinfestazioni contro le zanzare e le zone della città lasciate in balia di spacciatori e feccia.

Con quest’ennesimo atto di pulizia e taglio dell’erba abbiamo voluto restituire decoro e dignità al monumento che ricorda il massacro dei nostri connazionali ad opera delle forze titine in Istria e Dalmazia.

Ci auguriamo che in Comune imparino prima o poi ad interessarsi al decoro delle aree della città che ospitano i monumenti e la memoria della nostra gente, sempre che avanzi loro tempo sufficiente tra una sfilata di ipocrisia e una stretta di mano alle coop.

Condividi articolo