Fondi Music Festival al via con il concerto del Maestro Luca Provenzani Il famoso violoncellista si esibirà al Castello subito dopo una breve conferenza stampa

Dopo l’anteprima di capodanno riparte il Fondi Music Festival, manifestazione ormai giunta alla sua VII edizione con concerti che si susseguono senza soluzione di continuità da gennaio a Natale. L’obiettivo della rassegna, come noto, è quello di valorizzare la musica classica e i più importanti monumenti cittadini con interessanti ricadute turistiche considerando anche l’importanza di gran parte degli artisti partecipanti.

Domani giovedì 4 gennaio si terrà una conferenza stampa alle ore 19 presso la sala conferenze del Castello Caetani di Fondi allo scopo di illustrare il ricchissimo cartellone ma anche tante altre novità. L’incontro, naturalmente, è aperto a tutta la cittadinanza in quanto subito dopo si terrà il primo concerto ufficiale nell’ambito del festival, manifestazione organizzata dall’Associazione Fondi Turismo e dalle Associazioni musicale “Ferruccio Busoni” e “Sergej Rachmaninov” che gode del patrocinio del Comune di Fondi, del Parco Naturale dei Monti Ausoni e Lago di Fondi e della Banca Popolare di Fondi.

«Questo duplice appuntamento – anticipa il direttore artistico Gabriele Pezone – dopo il partecipatissimo concerto di Capodanno di qualche giorno fa, con un pubblico di oltre 400 persone, sarà una presentazione ufficiale dell’intera programmazione del festival che, come di consueto, si articolerà da gennaio fino a Natale in moltissime, ma tutte estremamente suggestive, location diverse».

Ad aprire ufficialmente la rassegna musicale, subito dopo la breve conferenza stampa, il primo di una serie di grandi ospiti. L’onore di dare il via ai concerti del Fondi Music Festival spetterà infatti al Maestro Luca Provenzani, primo violoncello solista dell’Orchestra Regionale della Toscana che eseguirà musiche di J.S. Bach. L’ingresso al concerto è gratuito.

Per saperne di più su Luca Provenzani

Violoncellista, allievo per quindici anni del indimenticabile M° Franco Rossi si diploma con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze. Frequenta i corsi di perfezionamento con Yo-Yo Ma, Mischa Maisky, Alexander Lonquich, Dario De Rosa, Anner Bijlsma, Mario Brunello ottenendo borse di studio e prestigiosi riconoscimenti  (borse di studio all’Accademia Chigiana di Siena, la Fondazione Romanini di Brescia,al Concorso Vittorio Veneto (ed.1985/1987), alla Scuola di Musica di Fiesole ,primi premi ai concorsi Chieti (1986), Milano, Moncalieri, Genova ect.).

Vincitore della Selezione giovani solisti indetta dall’ORT nel 1994 eseguendo il concerto di Saint-Saens,  è stato invitato ad esibirsi successivamente dall’Akademisches Orchester di Friburgo (concerto di Dvorak) ed è stato scelto dalla Rai per rappresentare l’Italia a Lisbona in un concerto da camera radiotrasmesso in diretta in tutta Europa. Si esibisce spesso come solista in varie orchestre, segnaliamo nel 2007 l’esecuzione del Triplo di Beethoven con Andrea Tacchi e Michele Campanella e l’Orchestra della Toscana e nel 2008 la collaborazione con il violoncellista Giovanni Sollima sempre con l’ORT. Nel 2015 con ORT diretta dal M° Daniele Giorgi esegue il Concerto di Saint-Saens e nel 2016 propone un intero programma con ORT in veste di concertatore e solista con musiche di Vivaldi, Sollima, Bruck, Faurè e Piazzolla.

Dal 1994 suona in duo con la pianista Fabiana Barbini. Considerato dalla critica come uno dei gruppi da camera più interessanti il duo ottiene numerosi riconoscimenti: Nel 1995 il II premio al Concorso Internazionale di Caltanissetta, il I premio al Concorso ARAM di Roma che gli ha permesso di effettuare una tournée in Germania e Polonia. Nello stesso anno ha vinto il XIX Concorso F. Cilea di Palmi ottenendo inoltre il premio speciale della giuria per l’esecuzione di Beethoven. Nel 1997: ottiene il II premio al Concorso Città di Corsico (MI) ed il III premio al prestigioso Concorso Internazionale “ Premio Trio di Trieste“ ricevendo in entrambe le manifestazioni  il premio speciale quale miglior duo italiano.  Nel 1998 riceve il I premio con l’ambita menzione speciale al XXI concorso “Cilea” di Palmi. Nel 1999 consegue il I premio al prestigioso Concorso di Castelfranco Veneto aggiudicandosi inoltre il premio speciale per l’esecuzione di Brahms, ed una serie di concerti nelle più importanti stagioni italiane. Il Duo ha effettuato numerose registrazioni radiofoniche per la RAI ed ha suonato per prestigiose stagioni concertistiche (Amici della musica di Firenze, Mestre, Padova,Verona,Bologna Festival, Agimus nazionali, Cidim di Roma, Ravenna Festival, Teatro della Fenice, C.C. Bellunese,MusikHalle di Amburgo, Accademia Chopin di Varsavia, Conservatorio di Lisbona, AsoloMusica, Rathaus di Lubecca,ecc.). Come camerista Provenzani si esibisce spesso in duo con il fagottista Paolo Carlini, è membro del Trio Florentia e del Sestetto d’archi di Firenze.

Intensa la sua attività di primo violoncello con importanti orchestre come l’OSER di Parma, la RAI di Torino e la Symphonica Toscanini.  Stabilmente ha ricoperto il ruolo di  concertino con obbligo del primo violoncello al Teatro dell’Opera di Roma e a partire dal 2001 di primo violoncello presso l’Orchestra della Toscana. L’attività didattica di Provenzani l’ha portato a insegnare presso l’Istituto musicale di Carpi , Siena, Livorno e il Conservatorio “Martini” di Bologna e “Cherubini” di Firenze. Attualmente insegna violoncello presso la Scuola di Musica di Fiesole e presso la Scuola di Musica Le 7 Note di Arezzo di cui è fondatore.

Provenzani affianca all’attività violoncellistica anche un importante impegno come organizzatore di eventi.

Luca Provenzani dal 1997 è Presidente e Direttore Artistico della sezione di Firenze dell’A.Gi.Mus. (Associazione Giovanile Musicale) organizzando per la stessa circa 500 concerti e curando la stagione dei concerti in ospedale “Careggi in Musica” nonché l’attività dell’orchestra AgimusArte e del Concorso Internazionale Premio Crescendo.

Nel 2008 per i dieci anni della manifestazione “Careggi in Musica” il PRESIDENTE delle REPUBBLICA Giorgio Napolitano ha conferito all’A.Gi.Mus. il Premio di Rappresentanza per “l’alto valore sociale ed artistico dell’iniziativa”. Dal 2005 cura l’attività concertistica dell’associazione aretina “Le 7 Note” occupandosi oltre della stagione concertistica in ospedale “Musica al San Donato” anche della direzione didattica della scuola di musica “Le 7 Note” creando per la città un importante circuito culturale .

Condividi articolo