Giornata del Rifugiato, il Beat con la sua musica si unisce all’accoglienza

Presentato il programma delle iniziative che animeranno il Parco Falcone-Borsellino

Presso l’atelier Acanthus, esempio di buona pratica di accoglienza ed integrazione, sono state presentate questa mattina le iniziative promosse dall’Amministrazione Comunale nell’ambito del progetto Sprar per la Giornata Mondiale del Rifugiato. L’ha fatto l’Assessora al Welfare Patrizia Ciccarelli insieme alla coordinatrice dello Sprar per il Comune di Latina e ai rappresentanti delle cooperative sociali Il Quadrifoglio, Astrolabio e Karibu, quali organizzatrici della manifestazione e soggetti attuatori del sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati e dei Centri di accoglienza straordinaria gestiti dalla Prefettura.

Ad illustrare il fitto calendario di appuntamenti messo a punto per la due giorni, in programma presso il Parco Falcone-Borsellino, il direttore artistico Marcello De Dominicis. Si apre venerdì 22 giugno con la proiezione della pellicola “Dove vanno le nuvole”, vincitore del premio come miglior documentario, sezione “Human Rights”, al Sole Luna Doc Festival di Treviso. Autori del lavoro sono Gaia Capurso e Massimo Ferrari, fondatori della MeGa Production, diventati registi noti oltre confine provinciale per opere quali “Lady ASL”, ”Armando Picchi”, ”Atlantis”, ”Hai visto mai?”, ”Le città invisibili”.

A seguire, alle 20.00, si terrà il concerto a cura di “Musicantiere”: alla performance della band, diretta da Laura Perazzotti, parteciperanno anche i ragazzi delle tre cooperative organizzatrici della Giornata Mondiale del Rifugiato. Per la parte Beat si esibiranno gli “Steve e i Rocches”, formazione fondata dal batterista e leader degli “Apple Pies” Luca Biagini e dal chiotarrista/vocalist Fabio Maccheroni. Il gruppo proporrà live le sonorità degli anni ‘60. Nel concerto, dal titolo “Around the Beatles”, oltre la musica del quartetto di Liverpool potremo ascoltare brani dei Rokes, dell’Equipe 84, dei Ribelli, dei Rolling Stones, dei Corvi e dei Primitives. Completano la formazione Andrea Sanarica alla voce e al basso, Cristiano Sacchi, voce, chitarra e tastiere. Con loro sarà presente anche la vocalist Sara De Carlo.

Alle 22,30 si esibirà il gruppo dei Motowns, vincitore del Cantagiro nel 1967 con la celebre canzone “Prendi la chitarra e vai”. Il complesso è guidato dal chitarrista e vocalist di Liverpool Dougie Meakin, famoso per la partecipazione a film di Sergio Leone, Fellini, Scorsese e autore di importanti colonne sonore; ha suonato con Lucio Dalla, Morandi, Venditti, Cocciante, Renato Zero, ha scritto ed interpretato alcune hit dei cartoni animati tra cui “Mazinga e “Ufo Robot”. Ha suonato ancora con Mad Dogs, Made in England e altre celebri band. Insieme a lui ci sarà il chitarrista Dave Sumner dei Primitives: la sua chitarra ha fatto la storia della musica italiana perché oltre che nei Primitives Dave ha militato per molti anni con i Camaleonti, con i Sopworth Camel, Patty Pravo, i Mad Dogs, i WestCoast Lizzie, con i Superboats, i Nuovi Angeli e tanti altri. Con i due inglesi sarà presente al basso, alla chitarra e alla voce Paolo Tirincanti, altra importante figura musicale italiana, leader del gruppo dei Beagles con cui ha suonato anche al “Cavern” di Liverpool.  Oltre ai Motowns, Paolo è fondatore dei WestCost Lizzie e dei Made in England.

Sabato 23 giugno si riprenderà alle 16.00 all’Agora Fitness con il torneo di calcio a 5  “Calcio Migrante”. Si sfideranno sul campo i responsabili dell’amministrazione comunale e i ragazzi richiedenti asilo. Alle 18.00 si tornerà al Parco Falcone-Borsellino per ”Douce Gourmet”, una degustazione di dolci tipici dell’Africa offerta dalle tre cooperative sociali. A seguire, sempre presso il Parco, andrà in scena ”Italia Migrante”, spettacolo musicale con letture e presentazione del libro di Fabio Prata “Una schiavitù chiamata migrazione”. Parteciperanno Gianluca Spirito, chitarrista dei Modena City Ramblers, Giovanni Di Folco alla fisarmonica, Davide De Mauri alla chitarra, Marcello De Dominicis alla voce e i ragazzi del progetto Sprar del Comune di Latina e dei centri Cas della Prefettura.

La due giorni si chiuderà alle 21.15 con il concerto degli “Statale 66”, la band della trasmissione della Rai ”Stracult”. E’ uno dei più famosi gruppi Beat italiani, ha al suo attivo quattro cd di grande successo, prodotti da Claudio “Greg” Gregori (Lillo& Greg e Latte e i suoi Derivati). Fanno parte del gruppo: Alessandro Meozzi, chitarra e voce; Mary Di Tommaso, voce solista, chitarra sinth, percussioni; Giulia Meozzi, batteria e voce; Danilo Bigioni, basso.

Piazza del Popolo, 1 | Telefono 0773.652668

ufficiostampa@comune.latina.it

Condividi articolo