Italia sotto accusa per le quote latte

 

cobas_latte

 

 

 

 

Giornata di tirata d’orecchie per l’Italia al cospetto di Bruxelles. Oltre alla questione della gestione dei rifiuti in Campania, la Commissione europea ha inviato all’Italia una lettera di messa in mora, prima tappa della procedura d’infrazione Ue, esortandola a “recuperare ai produttori di latte, che tra il 1995 e il 2009 hanno superato le quote loro assegnate, multe per un totale stimato in almeno 1,42 miliardi di euro, in gran parte ancora non riscossi”. Il riferimento è al sistema di quote – introdotto dal lontano 1984 – che assegna ai produttori di ogni Stato membro un quantitativo limite di produzione nazionale, ideato in teoria per combattere il problema della sovra produzione cronica. Se uno Stato membro supera la propria quota, i caseifici o i suoi singoli produttori sono tenuti a pagare un prelievo sulle eccedenze.

Oggi la Commissione europea ha esortato l‘Italia a porre rimedio alle carenze nelle azioni di recupero dei prelievi sulle eccedenze dovuti dai produttori lattiero-caseari che hanno superato le quote individuali negli anni in cui il paese ha superato le quote latte nazionali”, si legge nel comunicato della Commissione. “Le autorità italiane, nonostante le ripetute richieste della Commissione, non hanno ancora adottato le opportune misure 

Condividi articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

822.292 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress