“Puliamo il Mondo 2013”, Roma e Lazio più pulite e belle. Con Legambiente 11mila volontari, raccolte 40 tonnellate di immondizia, 100 iniziative in 50 comuni

20130929_102356

 

 

 

 

 

 

A Roma 40 appuntamenti, grande partecipazione di studenti di tutte le età

 

 

 

Roma e Lazio sono più pulite e belle dopo il passaggio degli undicimila volontari che si sono rimboccati le maniche per la ventunesima edizione di Puliamo il Mondo, la più grande campagna di volontariato ambientale che si inserisce nell’iniziativa mondiale Clean Up The World, coordinata in Italia da Legambiente e realizzata nel Lazio grazie alla collaborazione del TGR Lazio della RAI, e nella Capitale di RomaNatura e Ama Spa, e il contributo dell’Assessorato all’Ambiente del Comune di Roma. Sono state raccolte 40 tonnellate di rifiuti nelle 100 iniziative realizzate in 50 comuni laziali, che hanno visto coinvolti più di 3.000 studenti, tante associazioni e comitati per spazzare dal degrado parchi, piazze, strade e giardini.

 

Nella Capitale grande pulizia del Pratone delle Valli nella Riserva Naturale Valle dell’Aniene, alla quale ha partecipato anche il Ministro dell’Ambiente Andrea Orlando, oltre all’Assessore all’Ambiente di Roma Capitale Estella Marino, all’Assessore all’Ambiente della Regione Lazio Fabio Refrigeri, al presidente del Municipio Roma III Paolo Marchionne e al commissario di RomaNatura Maurizio Gubbiotti. Decine i sacchi dell’immondizia raccolti tra bottiglie di plastica, cicche di sigarette ma anche sedie abbandonate e materassi. Grande partecipazione, grazie alla collaborazione con l’Ente Regionale RomaNatura che ha coinvolto i più piccoli in momenti di educazione ambientale e dispensato informazioni ai cittadini. Durante la mattinata sono state realizzate vere opere d’arte assemblando in un mosaico frammenti di materiali che altrimenti sarebbero finiti nella spazzatura, sotto la guida dell’ “Occhio del Riciclone”; laboratorio di reinvenzione creativa a cura di RiscARTI Festival, che ha mostrato come realizzare una lampada con materiali recuperati; con la Cooperativa “Il T-Riciclo” sono stati realizzati accessori di ecomoda a partire da una bottiglia di plastica. Molte altre le iniziative che si sono svolte durante il weekend ambientalista: pulizie al Parco della Cellulosa, alla Riserva dell’Insugherata e lungo l’argine del Tevere sotto al ponte della Magliana, dune rimesse a nuovo alla spiaggia di Capocotta sul litorale romano, scout in azione a Piazza dei Decemviri, ma anche operazione nell’Ateneo di Tor Vergata, pulizia del parco a Spinaceto e bottiglie di vetro ritirate dal piazzale della stazione della metropolitana Anagnina.

 

“Migliaia di persone fanno un’azione concreta e importante con Puliamo il Mondo, rimettendo a nuovo parchi, piazze, giardini -afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Sono cittadini che le amministrazioni devono coinvolgere con iniziative continuative di adozione di questi spazi. C’è una grande voglia di cambiamento e occasioni come queste lo dimostrano, ora sta alle istituzioni battere con forza il sentiero giusto per una corretta gestione dei rifiuti e una maggiore attenzione al decoro delle città. A Roma e nel Lazio serve subito un programma per la differenziata porta a porta, la riduzione e il riuso per battere discariche e inceneritori.”

 

Tanti appuntamenti anche nel Lazio: a Cassino (Fr) il fiume Rapido è stato liberato dai rifiuti riportando in buone condizioni la flora e fauna rigogliosi nell’area del bacino principale; a Castelnuovo di Porto (Rm) giornata di pulizia, baratto ed eco-ncerto; a Fiumicino (Rm) pulizia della pineta e del litorale in zona “Coccia di Morto”; a Santa Maria delle Mole (Rm) attività dei volontari all’area archeologica dell’Appia Antica; a Manziana (Rm) pulizia del bosco di Macchiagrande; ordine nell’area giochi del quartiere San Liborio a Civitavecchia (Rm). In questa edizione, inoltre, i centri storici di Velletri e Tolfa (Rm) sono stati rimessi a nuovo dopo il passaggio dei volontari. Non sono mancati momenti di riflessione e sensibilizzazione a Sabaudia (Lt) con il convegno “Puliamo il mondo…dalle guerre” e a Genzano (Rm) con una giornata di  informazione e dimostrazione sulla corretta raccolta dei rifiuti.

 

Anche quest’anno c’è stata una gran bella partecipazione in tutta la Regione, tanti volontari contemporaneamente in 50 comuni laziali si sono rimboccati le maniche per diventare protagonisti del cambiamento – ha dichiarato Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio. Quando i cittadini si mettono insieme e scendono in campo con entusiasmo, riescono a portare a casa grandi risultati come questo.”

 

Erano presenti all’iniziativa finale alla Riserva Valle dell’Aniene anche: Cristiana Avenali, consigliera

Regione Lazio; Piergiorgio Benvenuti, presidente AMA SpA; Stefano Ciafani, vice presidente nazionale Legambiente; Gianna Le Donne, vice presidente Municipio Roma III; Ermete Realacci, presidente

Commissione Ambiente Camera dei Deputati.

 

Puliamo il Mondo è patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dal Ministero della Pubblica Istruzione dell’Università e della Ricerca, dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, dall’UPI (Unione Provincie Italiane), Federparchi, Uncem (Unione Nazionale Comuni, Comunità, Enti Montani), Unep (Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite). Con il contributo di Snam, Coop, Federambiente e Ikea sono partner tecnici. In collaborazione con Fiseassoambiente e Anci (Associazione Comuni Italiani). La Nuova Ecologia e RDS (Radio Dimensione Suono) sono i media partner.

Condividi articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

803.504 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress