Real-Borussia: Un classico europeo prima del Siviglia e del Mondiale per Club

Tra oggi e domani (ore 20:45) andrà in scena la sesta e ultima giornata dei gironi della Champions League. Tra le molte squadre già certe del proprio destino c’è il campione d’Europa in carica, il Real Madrid, che riceverà il Borussia Dortmund al Santiago Bernabeu.

La squadra “merengue” è già sicura della qualificazione da seconda del Gruppo H alle spalle del Tottenham. Dieci sono i punti totalizzati in cinque partite dai “blancos”, che anche in caso in caso di vittoria e contemporanea sconfitta degli inglesi (che hanno 13 punti), non avrebbero la possibilità di agganciare il primo posto a causa degli scontri diretti a sfavore (pareggio in casa, sconfitta a Londra).

La squadra di Bosz, invece, si gioca il tutto per tutto in questo match. I tedeschi sono a pari punti con l’APOEL (due), ma con gli scontri diretti a favore, e con una vittoria si qualificherebbero ai sedicesimi di finale dell’ Europa League. In caso contrario, il Borussia dovrà sperare in un risultato positivo del Tottenham, impegnato nell’altra partita del girone a Londra contro i ciprioti.

REAL MADRID-BORUSSIA: UN CLASSICO EUROPEO

Real Madrid-Borussia Dortmund ormai è sinonimo di Champions League. Dal 2012 queste due squadre si sono affrontate per ben 10 volte. Il bilancio delle vittorie è a favore dei tedeschi (tre), al cospetto di quelle degli spagnoli (due). A farla da padrone, comunque, sono i pareggi (cinque, di cui gli ultimi quattro consecutivi e sempre con il risultato di 2-2).

LA SITUAZIONE NELLA LIGA 

Nella Liga il Real Madrid non sta passando un gran momento di forma. Con il pareggio a reti inviolate in casa dell’Athletic Bilbao sabato scorso, la squadra di Zidane è scivolata al quarto posto in classifica. Lo stop della capolista Barcellona (2-2 in casa con il Celta Vigo) ha certamente attenuato i malumori in casa “merengue”, anche se la vetta ora dista 8 punti e le altre due pretendenti al titolo (Valencia e ora anche Atletico Madrid) sono avanti in classifica, rispettivamente a tre e due punti di distanza.

I PROSSIMI IMPEGNI

La partita di domani, utile solo a fini statistici, rappresenta un grande allenamento per il Real Madrid, che sarà impegnato in un ultimo turno di campionato (sabato in casa contro il Siviglia alle ore 16:15) prima di partire per Abu Dhabi (Emirati Arabi) dove, dal 13 al 16 Dicembre, difenderà il titolo di campione del Mondiale per Club.

Proprio oggi si è svolto il sorteggio degli ottavi di finale della Coppa del Re, che ha svelato il prossimo rivale del Madrid. Ad affrontate l’undici “merengue” sarà il Numancia, squadra che milita Segunda División (la nostra Serie B) e che si trova attualmente al quinto posto. L’andata si giocherà in trasferta la prima settimana di Gennaio, il ritorno sette giorni più tardi a Madrid.

LE CONFERENZE STAMPA

Questa mattina, nella città sportiva del Real Madrid, l’allenatore dei “blancos” Zinedine Zidane e il centrocampista Mateo Kovacic, sono apparsi davanti i mezzi di comunicazione per parlare dell’incontro contro il Dortmund. Di seguito, le loro dichiarazioni più importanti:

 

ZINEZINE ZIDANE:img_7320  

La partita: “Sappiamo bene che il nostro rivale si gioca il tutto per tutto in questa partita. Noi siamo già classificati, ma vogliamo fare lo stesso una bella figura”.

La situazione della squadra: “La squadra è serena. Dobbiamo segnare di più, questo è vero. Nonostante, sono fiducioso. Grazie al lavoro, torneranno sia buoni risultati che il bel gioco ”.

 Bale, una miriade di infortuni: “Non si è ancora allenato col gruppo, ma sono sicuro che partirà con noi alla volta di Abu Dhabi per disputare il Mondiale per Club”.

MATEO KOVACIC:

img_6968

Le sensazioni prima del match:“Siamo carichi. Vogliamo trovare quel gol che ultimamente sta mancando. È una partita stimolante, scenderemo in campo con l’intenzione di battere il Borussia Dortmund”.

Il ritorno dall’infortunio:“Sono molto felice per il ritorno. Mi sento preparato, sia fisicamente che psicologicamente”.

Parole d’elogio per Cristiano Ronaldo: “È il giocatore migliore del mondo. Merita il Pallone d’Oro (venerdì si saprà il nome del vincitore di quest’anno, NDR).”

 

Nel pomeriggio, al Santiago Bernabéu, hanno parlato in conferenza stampa l’allenatore dei tedeschi, Peter Bosz e il difensore Neven Subotic.

PETER BOSZimg_2634

Il match: “Vogliamo fare punti. Non è facile uscire con un risultato positivo dal Bernabeu, ma giocheremo con la consapevolezza che possiamo facerla”.

Il Madrid è in crisi?: “Se loro sono in crisi, noi come stiamo? È una grande squadra, anche in uno stato di forma non ottimale possono metterci seriamente in difficoltà”.

È obbligatoria la qualificazione all’Europa League?: “Decisamente”.

 

img_2673NEVEN SUBOTIC

Il rivale: “Va rispettato. Ci vorrà una partita di grandissimo livello per tornare a casa con un risultato positivo”.

Cristiano Ronaldo: “È un giocatore incredibile. Può vincere le partite da solo. Dovremmo stare attenti domani. I nostri difensori faranno di tutto per limitarlo”.

La qualificazione all’Europa League: “Raggiungerli è l’obiettivo minimo, dato che gli ottavi di Champions sono già andati”.

 

Successivamente, sul prato dello stadio della capitale spagnola, il Borussia Dortmund ha svolto la rifinitura in vista del match di domani. Di seguito, le migliori immagini:

 

Federico Titone (Madrid)

FOTO: Federico Titone

 

Condividi articolo