Il Real Madrid si sveglia tardi: perde 3-2 a Siviglia e fallisce l’aggancio al secondo posto.

Il Real Madrid cade al Sánchez Pizjúan di Siviglia nel recupero della 34esima giornata della Liga. I ragazzi di Zidane falliscono così l’aggancio al secondo posto dell’Atletico Madrid, distante 3 punti (75 a 72). Sotto per 3 a 0 fino all’84’ con i gol di Ben Yedder (26′), Layun (45′) e l’autogol di Sergio Ramos, i blancos hanno una reazione d’orgoglio nel finale. Borja Mayoral al 89′ e in pieno recupero il rigore di Sergio Ramos, rendono meno amara la sconfitta.

LA PARTITA

Al Sánchez Pizjúan c’erano in palio tre punti importanti.  Il Real Madrid (rimaneggiato in vista della finale di Champions League) era alla ricerca dell’aggancio al secondo posto dell’Atletico Madrid. Il Siviglia del neo allenatore Joaquin Caparrós (sostituto di Montella), invece, vincere avrebbe significato mettere un’ipoteca sulla qualificazione alla prossima Europa League.

I primi minuti di gioco sono di studio: tanto possesso palla da parte di ambedue le squadre, ma poche azioni d’attacco pericolose. Per vedere il primo gol, segnato dai padroni di casa, bisogna aspettare il 26’: lancio lungo di Pareja per Muriel, assist di testa per Ben Yedder che, a tu per tu con il secondo portiere blanco Kiko Casilla, non perdona. Pochi minuti dopo il Siviglia va vicina al raddoppio: confusione in area del Real Madrid, rimpallo tra Casilla e un difensore, con la sfera che sta per finire in porta, ma Nacho miracolosamente salva sulla linea. Il raddoppio del Siviglia, però, è nell’aria e arriva al 45’ con Layún: N’Zonzi sfrutta un errore in uscita della difesa blanca e serve il compagno meglio appostato. Il messicano deve solo appoggiare in porta.

IL SECONDO TEMPO

Nel secondo tempo la squadra di Zidane prova a rendersi pericolosa con una punizione di Sergio Ramos (57′): il pallone, però, finisce sul fondo dopo aver sfiorato il palo. Al 60′ le merengues sprecano un’occasione colossale per riaprire il match: Escudero commette un fallo in area ai danni di Lucas Vazquez, per l’arbitro è rigore. Dagli undici metri si presenta Sergio Ramos che, però, centra in pieno la traversa. La serata da incubo del capitano del Real Madrid non finisce qui. All’86’, infatti, regala il terzo gol al Siviglia deviando nella propria porta il cross di Layún.

Il Real Madrid ha una reazione d’orgoglio all’89’: Borja Mayoral segna di testa sul cross di Marco Asensio. In pieno recupero Theo viene steso in area da Mercado (95′): l’arbitro indica di nuovo rigore Questa volta Sergio Ramos è impeccabile dagli undici metri, ma è troppo tardi per la rimonta. La sfida finisce 3-2 a favore degli andalusi.

Federico Titone (Madrid)

FOTO: Federico Titone

Condividi articolo