Sequestri siti di abbandono dei rifiuti nei Comuni di Terracina e Sabaudia

 
Nell’ambito di una pianificata attività di controllo finalizzata a contrastare condotte in danno all’ambiente, militari della dipendente Stazione Carabinieri Forestale di Terracina, hanno accertato diversi illeciti nei comuni di Sabaudia e Terracina.

 

​In particolare a Sabaudia, in località Borgo San Donato, in un cantiere edile adibito alla realizzazione di un manufatto, mentre erano in corso gli scavi per la costruzione delle fondazioni è stata accertata la presenza nel sottosuolo di rifiuti di diverse tipologie quali pneumatici, parti di carrozzerie ed altri rifiuti pericolosi e non. Estendendo la verifica all’intero lotto, i militari hanno accertato che tali materiali interessavano l’intera superficie dello stesso. Per quanto sopra il personale della Stazione sottoponeva a sequestro penale l’intero lotto di circa 2.500 mq e deferiva all’Autorità Giudiziaria la proprietaria del terreno per violazione delle norme del Testo Unico Ambientale D.L.vo 152/2006.

 

Le attività di controllo hanno interessato anche il comune di Terracina, dove veniva individuata una discarica di rifiuti misti, in corrispondenza di un sito adibito ad attività vivaistica con presenza di rifiuti di varia natura tra cui terre e rocce da scavo, resti di lavorazione, materiali plastici etc.. Anche in questo caso i militari della Stazione Carabinieri Forestali di Terracina procedevano al sequestro dell’area (circa 2000 mq) interessata dall’abbandono dei rifiuti e deferivano all’AG il gestore del sito.

 

Sempre a Terracina i citati militari intervenivano, congiuntamente con personale della Polizia di Stato, presso un area di un imprenditore edile e sottoponevano a sequestro un area di circa 3000 mq, adibita a deposito di rifiuti in particolare inerti, materiali ferrosi e plastici in disuso. Lo stesso imprenditore veniva sorpreso mentre procedeva alla termodistruzione di rifiuti, quali materiali di arredo, vegetali misti a plastiche e per dette violazioni veniva denunciato.

 

 

 

 

 

Condividi articolo