uBeam, il sistema per ricaricare i dispositivi con gli ultrasuoni

20140808-085603-32163338.jpg

Se date 750.000 $ ad una ragazza di 22 anni cosa ne farà? I luoghi comuni potrebbero spingere a pensare ad acquisti importanti di scarpe e borse, invece Meredith Perry, neo laureata alla University of Pennsylvania, ha fondato la sua startup: uBeam.

Questa società ha una serie di brevetti molto interessanti, per la costruzione di un sistema in grado di ricaricare i dispositivi senza fili. Anziché realizzare una superficie sulla quale appoggiare il dispositivo per ricaricarlo, pensiamo ai sistemi ad induzione già in vendita, uBeam utilizza gli ultrasuoni. In questo modo l’energia può essere mandata da una parte all’altra di una stanza, senza richiedere un contatto diretto.

Il segreto sta in un dispositivo che converte l’energia in ultrasuoni che possono avere una gittata molto grande. Il dispositivi ricevete riconverte gli ultrasuoni in energia e ricarica la batteria. Chissà se tutto questo sia sicuro per la salute delle persone.

Condividi articolo